www.agneseginocchio.it  Agnese Ginocchio, International Songwriter for Peace. Woman  Testimonial For Peace..(Artist for Peace)***Musica, Impegno, Cultura di Educazione per la PACE , la Nonviolenza , I diritti Umani, la Solidarietà , il Sociale,  la Legalità , L’ Ambiente   & c….

            

 

  I presenti articoli sono stati pubblicati sulle testate internet della provincia on-line:

                             

 

 

E sui quotidiani cartacei della provincia: “GAZZETTA di CASERTA (art. di Nunzio De Pinto)” e “GIORNALE di CASERTA” edizione del 6 - 7 Giugno 2007

 

Scuola. Il Collecini  di  San Leucio nominata PRIMA: “Scuola Ambasciatrice  di  Pace”

                                                               

San Leucio-Caserta* L’ istituto autonomo comprensivo “F. Collecini” di San Leucio”, diretto da Michele Lamacchia, ora gode del primato di essere, nel capoluogo casertano e provincia compresa, la prima: “Scuola aperta alla Pace, Ambasciatrice e Testimone per la Pace”. A conferire l’importante riconoscimento il: “Movimento Internazionale per la Pace ed il Movimento degli Ambasciatori, Testimoni ed Artisti per la Pace, Arcobaleno”, presieduto in terra di lavoro dalla testimonial ed esponente del Movimento, già nota cantautrice internazionale per la Pace Agnese Ginocchio, premiata dall’ Unicef come da altre Organizzazioni nazionali, per il suo forte impegno sociale, civile e umano. La cerimonia di nomina tenutasi presso il teatro SS.mo Nome di Maria in Puccianiello di Caserta lo scorso 4 Giugno 2007, è avvenuta al termine della rappresentazione teatrale sul tema della povertà e bullismo( e connessi), che ha visto protagonisti gli allievi dell’ istituto, in particolare delle classi IV e V di San Leucio e di Ercole, sotto l’egida regia della docente Angela Calabretti, motore pulsante del Collecini, con la collaborazione del corpo docente della scuola. Nell’anno delle pari opportunità, incaricata a consegnare il prestigioso riconoscimento al preside Michele Lamacchia, una ‘Donna’ e figura istituzionale autorevole, molto sensibile alle problematiche umane e sociali: la dott.ssa Adriana D’Amico, Assessore alle politiche sociali e immigrazione del Comune di Caserta, città per la Pace.  Il preside Michele La Macchia visibilmente commosso, ricordando uno slogan dell’ Unicef che recita: “Finchè gli occhi di un bambino saranno tristi, non ci sarà mai Pace nel mondo”, ha ringraziato l’ Assessore Adriana D’Amico per la consegna del riconoscimento ed Agnese Ginocchio per averglielo conferito. Ha voluto quindi dedicare questo premio all’intero corpo docente del comprensivo Collecini di cui Egli è dirigente, che si adopera con particolare dedizione all’educazione degli allievi verso i grandi valori della Vita. La Collecini nominata Scuola Ambasciatrice di Pace, deve essere di esempio per tutte le restanti scuole e farsi promotrice dei grandi Valori della Pace, Solidarietà, Legalità, Dialogo, Giustizia, tolleranza, Diritti Umani e così via. "Questo riconoscimento rappresenta un’ importante traguardo e un forte segnale di Speranza per la nostra terra di lavoro-ha dichiarato Ginocchio- nonostante le sconfortanti e allarmanti notizie che ci sopraggiungono dal mondo, dai fronti della guerra e per quanto riguarda la nostra provincia e regione, da quello dei rifiuti in cui le stesse versano" . Presente sul palco alla cerimonia di premiazione anche la docente Rosa Arbolino, rappresentante nel nostro territorio del mondo dell’ associazionismo, volontariato, arte e cultura per la Pace.

 

     

 

 

Foto della manifestazione "Premiazione Collecini Scuola Ambasciatrice di Pace". Autore Movimento per la Pace(Caserta e prov.).  Didascalia foto1 ( in alto). Al centro da sx: Assessore Adriana D'Amico, Preside Lamacchia, Agnese Ginocchio, Rosa Arbolino, Angela Calabretti.  Foto 2 e 3 idem con allievi istituto.

 

                                                                                                             Pubblicato da Editore il 6th June, 2007 nelle pagine Caserta

 

 

Segue articolo 3 inerente a Rappresentazione Teatrale Istituto Collecini, presso il Teatro “Caserta città di Pace- SS.mo Nome di Maria” di Puccianiello (Caserta)

 

"Povertà e Bullismo" rappresentazione teatrale conclusiva di fine anno scolastico dell'Istituto autonomo Comprensivo Collecini di San Leucio(Caserta)

 

                                 

 

La manifestazione rappresentazione teatrale di fine anno scolastico svoltasi presso il teatro SS.mo Nome di Maria in Puccianiello di Caserta lo scorso 4 Giugno 2007, promossa dall' istituto autonomo comprensivo "F. Collecini" di San Leucio", diretto da Michele Lamacchia,  a conclusione dei temi affrontati durante l'anno ( povertà, bullismo, solidarietà, tolleranza e Pace), con l'intento di lanciare un forte messaggio di Pace, dialogo, solidarietà e legalità, è stata suddivisa in due atti dal titolo: "L'orologio dell'Amore non ha lancette" e: " I Bull...oni della città" .

 

Gli allievi dell'istituto, in particolare delle classi IV e V di San Leucio e di Ercole sotto l'egida regia di Angela Calabretti che li ha istruiti alla vera 'arte' della recitazione e del teatro in maniera magistrale, con la collaborazione delle docenti dell'istituto, hanno mostrato tutta la loro bravura interpretando significative parti. Nella prima parte infatti, come recita il primo titolo, la rappresentazione teatrale ha messo in evidenza la storia di due ragazzi poveri che trovandosi in una triste condizione sociale hanno più volte chiesto aiuto alla società civile senza ottenere alcun risultato positivo, perchè quest' ultima presa da ben altri interessi, non riusciva ad ascoltare le loro voci- fino a quando però la Pace non è entrata, per così dire, a toccare i loro cuori e riportandoli al 'senso' delle cose e vero significato della vita, che comporta responsabilità, condivisione e donazione, hanno cominciato a capire il valore umano della solidarietà e farsi carico dunque delle sofferenze dei poveri. Alla fine una stupenda coreografia animata dal balletto dell' Arcobaleno della Pace e dalla voce della cantautrice e testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, ospite della manifestazione, che ha cantato e suonato con la chitarra i ritornelli de: "I Poveri non possono aspettare" e: " Tutti i diritti umani di tutti gli Uomini", ha toccato, svegliato e fatto rinascere i loro cuori all' Amore e alla Pace.

 

 

 

La morale lanciata nella prima rappresentazione teatrale, ha voluto far intendere che l'orologio dell' Amore non avrà mai le lancette limitate dal tempo, se ognuno di noi riuscirà a trovare tempo e spazio giusto nella propria vita per dare una mano all' umanità e ai poveri che soffrono nel mondo che ci circonda, di cui noi siamo parte. Nella seconda parte, come ha recitato sempre il titolo, si è voluto affrontare il fenomeno del bullismo molto esteso nelle scuole e nella società ed il ruolo chiave delle istituzioni (scuola, chiesa, famiglia, stato..) che hanno il dovere di scendere in campo e di seguire da vicino i giovani sin dalla più tenera età, offrirgli dunque fiducia, spazi, creatività. Le istituzioni devono attivarsi e contribuire quotidianamente a saper insegnare i veri valori della vita, dando esse per prima l' esempio e la coerenza.

Un gruppo di bulletti scrive su un muro scritte provocatorie con delle bombolette spray. Ad un certo punto si ode una musica danzata da ballerine della Pace che indossano i colori dell' Arcobaleno. Questa musica e questa danza addolcisce il cuore dei bulli. Subito entrano in scena le istituzioni rappresentate da scuola, famiglia e infine la parrocchia. Tutti insieme con la cantautrice di Pace Agnese Ginocchio intonano le canzoni :" Brava gente" di Scugnizzi e "Aggiungi un posto a Tavola". Sulle note rap del forte messaggio di Pace e di Legalità trasmesso attraverso la canzone : "Fermate il Mostro" ( che si ricorda è stata scritta da Ginocchio contro la discarica casertana illegale de Lo Uttero) cantata da Agnese Ginocchio e dagli allievi del Collecini, è terminato con grande successo e scroscianti applausi del pubblico presente nel teatro la rappresentazione teatrale. Enorme soddisfazione dei docenti dell'istituto, del preside Lamacchia, della Calabretti e degli allievi-attori del Collecini, per il buon esito  riscontrato durante lo svolgimento della manifestazione. Si ringraziano: il giovane Davide Dell' Erba, per il servizio Tecnino suono e luci nel teatro SS. Nome di Maria; Raffaele Sasso, per i suggerimenti tecnici; Laudato Diego, per aiuto regia; Angela Calabretti, che ha insegnato la splendida arte del teatro; la Gardenia, di corso Trieste per le composizioni floreali; Rodolfo Sacco, artista che ha offero il suo Orologio dell' Amore e la scenofrafia. Inoltre: Di Lillo Maria Rosaria, Loguercio Giuseppina, Farina Bruna, Pendolino Andreina, Truocchio Daniela, Iorio Annalisa,  Falchè Mariella, Vitagliano Lilly, Cembalo Annamaria, Santillo Lucia, docenti che hanno collaborato a questa prima rappresentazione teatrale. Gli allievi attori  della IV elementare di San Leucio del Collecini che hanno interpretato i personaggi nella pima parte dello spettacolo sono: Mincione Gianluca ( primo scugnizzo); Sorgente Valentino (secondo scugnizzo); Cipriani Augusto( dottore);Tricarico Stefano (professore); Di Girolamo Davide ( poliziotto); Negri Fabio ( primo avvocato); Alberto Giuliano ( secondo avvocato); Acierno Matilde( prima indossatrice); Barbagallo Gaia ( seconda indossatrice); Schiavo Flaviana (  terza indossatrice); Costanzo Federica ( quarta indossatrice); Petriccione Anna ( prima cameriera); Natale Anna (seconda cameriera); Paolelli Alessandra ( hostess); Di Nisio Giuseppe( primo Steward); Diglio Giovanni ( secondo Steward); Mauro Mario ( terzo Steward); Petriccione Roberta( casalinga); Nunziata Flaviadele (commessa). Il Balletto dell' Arcobaleno, alla cui coreografia hanno fatto parte:  Insidioso Valentina, Fusco Alessandra, Lucia Federica, Bertamino Francesca, Fulgieri Antonella, Palermo Giorgia, Lucia Francesca. Gli allievi attori della V elementare " B. Patturelli" di Ercole del Collecini che hanno interpretato i personaggi nella seconda parte dello spettacolo. I Bulletti: Cristillo Nicola, Dello Stritto Emanuele, De Lucia Irene, Giordano Giustina, Rossi Valerio. Il corpo del balletto: Bagini Monica, Cecere Simona, Cecere Monica, Feleppa Laura, Gentile Myriam Denise (coreografa del balletto), Vastano Francesca. Istituzioni famiglia:  Fabio Giaquinto( padre), Sara Marino(madre), Arianna Melone(figlia): Istituzioni scuola: Francesco Morace( preside), Serena Malatesta( insegnante). Istituzioni chiesa: Gianluca Rivetti( prete), Antonio Malara( chierichetto). Regia di: Angela Calabretti. Aiuto regia Francesco Natale e Domenica Marino. Un sentito ringraziamento al preside Michele Lamacchia  dell' Istituto Collecini per il supporto, la disponibilità e l'aiuto alle maestre.

 

P.s: La manifestazione è stata ripresa all' inizio dalle telecamere dial circuito televisivo TelePrimaAlternativa e alla fine, compreso cerimonia di premiazione, intervento dell' Assessore D'Amico e del preside Lamacchia dal circuito di TeleLuna, seguita da intervista della giornalista corrispondente di Teleluna Alina Rossacco con riprese di Paolo Rosa ad Angela Calabretti e Agnese Ginocchio.    Fonte: http://movimentopaceambasciatori.blogspot.com/

 

 

 

 

Website statistics(visite da Lunedi di Pasqua 28 Aprile 2005)