Home page Agnese: www.agneseginocchio.it

Comunicato stampa:

 

 

 

Caserta " Movimenti per la Pace e Vittoria del No al referendum, Agnese Ginocchio: Grazie ITALIA perchè ha vinto la Pace!"

"I Movimenti nazionali per la pace ringraziano l'Italia ed il buon senso che i cittadini della maggioranza hanno fatto prevalere! " Queste la parole di  Agnese Ginocchio, cantautrice della Pace premiata dall' Unicef in merito al suo impegno per la Pace. "Dopo la vittoria dell' Italia sull' Australia (mondiali)-continua- salvata in extremis grazie al calcio di rigore, subito i Tg nazionali hanno annunciato i risultati definitivi del referendum, che davano la vittoria al No! Salvata quindi anche la costituzione!" Le affermazioni diffamatorie di Bossi che ha  dichiarato che solo chi ha votato si, fa parte di quell' Italia avanzata, ancora una volta dimostrano chiusura, poco rispetto, razzismo verso il sud e nel contempo offendono la dignità del popolo italiano che ha votato no. L'Italia, nel pieno rispetto della memoria passata, è una repubblica unica e indivisibile, non si può dividere. E'  l'unione che fa la forza ed è sempre l' unione che costruisce vera e stabile Pace. Quella del 26 giugno 2006 è stata una data memorabile che ha varcato la storia del nostro paese. Essa rappresenta già un segnale di Speranza. Siamo particolarmente felici di essere i protagonisti di questa lotta di rinascita per la difesa dei nostri diritti e dunque diritti della Pace. Ma non finisce quì. Perchè possano prevalere i diritti di democrazia e vita, di giustizia e libertà è necessario prendere coscienza e partecipare alla vita attiva del paese, perchè è solo attraverso la conoscenza che si può essere in grado di abbattere l' ignoranza e prevenire così i mali che mettono in subbuglio l'equilibrio democratico e l'unità dell'Italia. La conoscenza che permette agli uomini e alle donne di essere liberi e veri educatori di civiltà e di Pace, che significa difesa della democrazia e diritti. La Pace ci chiama all' impegno ed al dovere di abbattere distanze e muri per riportare  ordine. Ciò vale soprattutto per noi gente del sud, il sud che deve rinascere, uscire alla precarietà e deve vincere! Basta  con le polemiche di parte. Largo dunque ad aprire strade al dialogo e al patto d'alleanza (arcobaleno ) tra società civile e politica. E' insieme, che si devono decidere le sorti del nostro paese, come  gli aggiornamenti da apportare alla costituzione italiana! Auguri Arcobaleno all' Italia e al mio sud !"

                                  *Comunicato stampa da Redazione Pace, per Agnese Ginocchio - cantautrice per la pace (www.agneseginocchio.it)*

Nella foto l’ex presidente della Repubblica Oscar M. Scalfaro, Presidente del Comitato nazionale “Salviamo la Costituzione

mentre firma il suo No alla Devolution.

 

Appello Referendum: Agnese Ginocchio invita a votare

"No " alla riforma costituzionale

 

La cantante della Pace Agnese Ginocchio, premiata dall' Unicef in merito al suo impegno per la Pace,  fa pervenire il suo messaggio a sostegno del "NO" del  prossimo voto referendario e invita tutti a votare "NO". Di seguito le parole della Ginocchio: " La decisione del vecchio governo di voler stravolgere i connotati della costituzione italiana, senza curarsi minimanente del parere della società civile è stato un atto scorretto e poco democratico compiuto a danno della stessa. Già questo dovrebbe far riflettere a lungo. Meditate gente! Se non si mettono in pratica quelle norme di rispetto e di carità verso il prossimo siamo ben lungi dallo spirito di cambiamento. A pochi giorni che ci separano dal voto referendiario, vogliamo lanciare l'appello e chiedere -nel nome della Pace- di fermare quest' attacco alla civiltà e ai fondamentali diritti della democrazia, che significa 'Voce del popolo'. Apportare delle modifiche alla costituzione significa cancellare una parte della storia d' Italia e con essa la memoria di tanti uomini e donne che in passato hanno lottato e sacrificato la loro vita per l' unità del popolo italiano stesso. La devolution (riforma costituzionale) aprirà le porte ad uno stato dittatura, metterà in pericolo l' unità d' Italia, indebolirà il potere del presidente della repubblica, rafforzerà invece quello del primo ministro. Il sud sarà ancor più abbandonato a se stesso. Chiediamo perciò alla società civile di prendere coscienza ed il prossimo 25 e 26 giugno 2006 di andare a votare "NO" alla Riforma costituzionale ( No alla Devolution). NO perchè  vogliamo crescere, studiare e curarci nel Sud. NO per avere accesso agli stessi diritti, dignità ed opportunità. Desideriamo difendere i diritti dei lavoratori e delle fasce più deboli. L'Italia è una sola, ne nord, ne sud dunque. Il sistema si cambia solo attraverso lo scambio, il dialogo, la solidarietà ed una politica di servizio. Difendere i diritti della Costituzione dunque, significa difendere i diritti della Pace ! Votate "No"! "

 

(Fonte da: Agnese Ginocchio, http://www.agneseginocchio.it

Comitato: "No alla riforma costituzionale")

 

Info pubblicata sui Quotidiani cartacei della Provincia, fra cui:
“Il Giornale di Caserta”

e sulle testate  giornalistiche  internet , fra cui : www.caserta24 ore.it