www.agneseginocchio.it                 

                                                      Giornale di Caserta

                                      ( Alife: Salviamo  la  Costituzione - No  alla  Devolution )

                           Alife(CASERTA) :DIBATTITO CONTRO LA DEVOLUTION

                              La  Ginocchio bacchetta la Societą Civile :' Poco interessata'

                                   (pubblicato sul quotidiano della provincia : Giornale di Caserta .Edizione del il 14 febbraio 2006)

Ripristiniamo i  valori  di  partecipazione  attiva  alla  Vita  democratica nel  territorio  di  Terra  di  Lavoro (Caserta e prov.)
 
 
Agnese Ginocchio cantautrice di Pace, promotrice con Pax Christi Movimento internazionale per la Pace(sez. di Caserta) dell'importante assemblea di approfondimento sui temi referendiali contro la riforma costituzionale (devolution ) tenutasi nella cittą di Alife(Caserta) lo scorso 11 febbraio 2006,fa pervenire alla redazione del giornale questa sua dichiarazione  che trasmettiamo :
" Desidero ringraziare a nome del movimento  per la Pace promotore del dibattito contro la devolution ,tutte le autoritą ,istituzioni ,partiti ed amici presenti che hanno  partecipato attivamente all'assemblea apportando con i loro contributi incisivi spunti di riflessione .Ringrazio: il primo cittadino della Cittą di Alife il sindaco  avv. Roberto Vitelli; il consigliere provinciale dott. Vincenzo Di Franco,che grazie alla sua presenza ha sostenuto l'iniziativa anche a nome della provincia che ha rappresentato ;il presidente  della provincia di Caserta Sandro De Franciscis che ringrazio particolarmente oltre per il sostegno e la sua adesione all'iniziativa pervenuta attraverso il consigliere Di Franco ,anche  per i saluti a me indirizzati tramite lo stesso consigliere;il dott.e consigliere  Giovanni Zeppetelli ; il professore Giacomo Venditti (Pdrc)  ;il consigliere comunale Raffaele Rao;il preside Domenico Bergamin; la prof.ssa e consigliere Maria Cirioli ; il dott. Michele Renzo ;il prof. Antonio Capriata;il prof. Angelo Ciaramella;il preside Nicola Ginocchio che ha coordinato tutta l'assemblea;Pasquale Rega della CGIL ed il sindacalista  Antonio Onofrio;Felice Versaci e Giuseppe Santagata con tutti i giovani del circolo di Rc presenti ;il giornalista Enzo Martino ;i prof. Stefano Angelone e Rosa D'Andrea di Pax Christi Caserta ;il giornalista Augusto Massi del TG -Matese per la pubblicizzazione dell'evento;l'intero comando dei Vigili urbani e dei Carabinieri  di Alife ;il Comitato Caserta Cittą di Pace ,la Consulta della Pace di Sessa Aurunca (prof.ssa Maria Antonietta Rozzera) e le Acli di Benevento ( Antonio Meola ) che hanno fatto pervenire la loro adesione e  tutti gli amici  presenti che sono intervenuti .Purtroppo un pensiero ed un rammarico devo  esprimerlo anche per la fin troppa e notata assenza di tanti membri della societą civile (ad eccezione di chi in anticipo si č giustificato.. ),dei partiti,istituzioni ,dei dipendenti e della stessa  amministrazione  comunale che, anzichč pensare di partecipare attivamente a questo importante momento di arricchimento culturale per il nostro territorio,hanno  preferito astenersi  perchč forse prevenuti e condizionati dalle solite posizioni di parte (ma anche per colpa della poca e cattiva informazione sull'argomento...) . Manifestazioni di questa portata si svolgono solamente nelle grosse cittą e capoluoghi di provincia .Noi abbiamo voluto tentare di portarle anche in periferia,ma a quanto pare solo poche persone ne hanno potuto trovare utile vantaggio .Una societą che non si mostra interessata verso i problemi che le toccano in prima persona come in questo caso quelli riguardanti la costituzione e la democrazia, che richiama in causa  i fondamentali diritti della libertą dell'uomo : lavoro,sanitą,ambiente, vita,povertą,giustizia e dunque della Pace ,mi dispiace dirlo,ma č una societą chiusa e rassegnata al proprio stato,gią in fase di declino e di estinzione.Una societą dunque che sta morendo lentamente ( Pablo Neruda ) !