PeaceLink
Mappa del sito
Motore di ricerca geografico
Aiuta PeaceLink
Sostieni la telematica per la pace, versa un contributo sul c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
stampa
---
segnala
via email
Il link di collegamento a questa pagina è:
 
A Roma partecipa la cantautrice Agnese Ginocchio
30 giugno a Roma, Trieste, Bologna, Francoforte: artisti contro la guerra
Il 30 giugno è la data dagli Usa fissata per il passaggio del comando in Irak nelle mani di un governo iracheno, e il ritorno nel paese delle Nazioni Unite, da cui Usa e Gran Bretagna aspettano una nuova risoluzione che induca altri paesi a mandare truppe e a partecipare alla ricostruzione.
Crediamo sia molto importante che artiste e artisti rispondano mobilitandosi localmente, proponendo autonomamente iniziativa artistica e culturale o interagendo con quei momenti vivi che nel nostro paese da tempo e incessantemente manifestano un’opposizione netta al conflitto e all’occupazione dell’Irak e alla partecipazione dei nostri soldati al fianco dell’amministrazione USA.
Redazione
29 giugno 2004
La manifestazione "ARTISTI CONTRO LA GUERRA" si terrà il 30 Giugno a Roma, Trieste, Bologna e Francoforte.
Agnese Ginocchio, cantautrice per la pace
Peacelink aderisce alla manifestazione "Giornata degli artisti contro la guerra" tramite Agnese Ginocchio, che parteciperà a Roma in veste di cantante.
La manifestazione a Roma è organizzata da BLOGGERS PER LA PACE ed è curata dalla prof.ssa Loredana Morandi, giurista democratica e membro del Comitato Roma Città aperta alla pace.

Agnese ginocchio canterà la canzone che ha appena scritto e che è dedicata alla memoria di Tom Benetollo, presidente dell'Arci e leader del movimento pacifista recentemente scomparso.

Già il 4 giugno scorso Agnese ha cantato sul palco a Porta S.Paolo alla manifestazione nazionale pacifista organizzata dal "COMITATO NAZIONALE FERMIAMO LA GUERRA", contro l'arrivo di Bush.

Agnese è una cantautrice casertana impegnata da tempo nel movimento pacifista.

Per informazioni sull'iniziativa romana: http://www.bloggersperlapace.org
Info:Bloggersperlapace - 348/7490558
Con l'adesione di tutte le associazioni che fanno parte del "COMITATO ROMA CITTA' APERTA ALLA PACE"

*** PROGRAMMA GENERALE ***

Roma Trieste Bologna Francoforte
30 giugno 2004

Artisti a Roma:
Agnese Ginocchio - cantautrice e attivista per la pace, Mohammad Salman cantautore palestinese e il gruppo dei Salam, Associazione Circolo Attori di Salvatore Gioncardi e Carla Guidi, Tamburi a Sonagli di Umberto Papadia, Tor Sapienza in arte di Carlo Gori, Anacargo Teatro di evasione, Duo Cafè (latinoamerica), Pino De Lucia, Scuola Timba di Giancarlo Tofanelli e Valerio Rossoni Laboratorio di percussioni africane condotto dal maestro Badara Badù N'diaye (20 elementi), e molti altri...
Prime adesioni (non completo): Fed. Roma e Lazio Verdi; Aiasp; Rete Rees botteghe del commercio equo e solidale: Pachamama; La Tenda dei Popoli; Equamente; Libera contro le mafie (Roma e Caserta); Mezzaluna Rossa Palestinese delegato per l'Italia Dott. Yousef Salman; Presidente Franco Ottaviano per la Casa delle Culture.Fulvio Grimaldi, giornalista e scrittore; Michele Capuano per il Comitato di Solidarietà con Cuba "Fabio Di Celmo"; la Casa della Cultura, Pax Christi(Roma e Caserta), rullo di tamburi,Comitato Caserta Città di Pace, Peacelink, Lilliput-nodo di Napoli,etc...

Nel corso della manifestazione sarà esposta la mostra fotografica "Palestina tra ieri e oggi" a cura degli Amici della Mezza Luna Rossa Palestinese.
Alla manifestazione degli artisti per la pace ha aderito in modo informale la comunità dei Padri Cistercensi di Santa Croce in Gerusalemme nella persona del Priore.

Roma - Piazza Santa Croce in Gerusalemme ore 18:00

Con la speciale adesione della manifestazione di:

La prima è quella del Dott. Yousef Salman, delegato per la Mezzaluna Rossa Palestinese in Italia. Il Dottor Salman esporrà come contributo alla manifestazione degli artisti i pannelli della mostra fotografica "Palestina tra ieri e oggi", già esposta in precedenza a Palazzo Marini, sede della Provincia di Roma. In occasione della mostra si tennero alcune interessanti conferenze in collaborazione con l'associazione Giuristi Democratici, per le quali svolsi ruolo di portavoce ufficio stampa. Il dott. Salman ha assicurato la sua presenza alla manifestazione nonostante i molteplici impegni, cosa di cui sono davvero lieta!

La seconda adesione è altrettanto importante! Abbiamo avuto infatti l'adesione informale della Comunità Cistercense, che ha cura della antica basilica monumentale di Santa Croce in Gerusalemme. Il Padre Priore, Don Simone, che spero sinceramente vorrà farci visita allo spettacolo, mi ha assicurata che divulgherà la notizia della manifestazione ai giovani e alla gente del quartiere di San Giovanni . La basilica di Santa Croce,ove si conservano le sante Reliquie della Croce è uno dei luoghi di culto più importanti della cristianità.
Questa è la piazza romana dove si esibiranno gli Artisti per la Pace contro la Guerra!

Programma che si svolge nelle altre città

***

Trieste: Associazione Vortici
Edvino Ugolini edvinoug@tin.it
Artisti a Trieste:
Gino D'Eliso, Mario Fragiacomo, I Krmenka Improve, Gli X-Five, Gli allievi del Centro d'Arte Musicale, Banda Berimbau, The Songsters, I Ginepro, Teatro EDO, Ferdinando Pugliatti in arte Mago Ciao Ciao con Piero Purini, Vortici Teatrali coordinati da Beppe De Francesco, I poeti dell'Associazione Ammutinati, I poeti del Club Zyp, Generazioni in cammino (Bruno Almini, Fulvio Radivo, Maria Cucci) e altri...
Prime adesioni: Centro d'Arte Musicale, Emergency, Centro delle Culture, Tavola della Pace, Associazione Addiwan, Banca del Tempo, Banca Etica, Arciragazzi, Arcobaleno, Pag, Lovit, Partito Umanista, Zeleni Center. Sip Associazione Vortici, Verdi del Friuli Venezia Giulia
Trieste in Piazza Hortis ore 18

***

Bologna: InQuieteTempestePoetiche
Stella Cappellini venuslion@libero.it
Artisti a Bologna:
Band'Armanda, Stefano Tassinari - scrittore, Pulsimer in viaggi incogniti, Musica e rivoluzione, i poeti di InquieteTempestePoetiche e molti altri ancora...
Prime adesioni (non completo): Circolo PRC Che Guevara, Victor Hara, Bologna Social Forum, Navile Social Forum, Banco Equo e Solidale...
Bologna - villa Angeletti, via Carracci

***

Francoforte: Versitudine
Pino De March
Artisti e associazioni:
Centro sociale Exzess, Associazione Donne e Poesia "Isabella Morra", Clic donne 2000 testata, Italiane in Germania, Continenza Marcella poetessa e scrittrice, BUNDESDEUTSCHPFANDFINDER, Fermiamo le guerre

***

http://www.forumdelteatro.org
Maurizio Biosa info@forumdelteatro.org
Promuove l'intera manifestazione:
Federazione Nazionale Verdi

***

Il 30 giugno è la data dagli Usa fissata per il passaggio del comando in Irak nelle mani di un governo iracheno, e il ritorno nel paese delle Nazioni Unite, da cui Usa e Gran Bretagna aspettano una nuova risoluzione che induca altri paesi a mandare truppe e a partecipare alla ricostruzione.
Crediamo sia molto importante che artiste e artisti rispondano mobilitandosi localmente, proponendo autonomamente iniziativa artistica e culturale o interagendo con quei momenti vivi che nel nostro paese da tempo e incessantemente manifestano un’opposizione netta al conflitto e all’occupazione dell’Irak e alla partecipazione dei nostri soldati al fianco dell’amministrazione USA.

http://www.forumdelteatro.org rende disponibile un forum nel quale è possibile discutere sulle idee, presentare le iniziative che ogni singolo/a e situazione andrà a realizzare sul suo territorio o ancora per segnalare quelle di cui si viene a conoscenza. E’ facile da usare, basta cliccare su "Rispondi a questo articolo" e trovate questa porta aperta alla fine dell’invito che segue. Ricordiamo a tutti quanto sia importante che questo invito raggiunga il maggior numero di persone e reti possibili. Il futuro si costruisce liberando idee e facendole correre!
Il popolo della pace ha bisogno anche del nostro contributo reale. Il 30 di giugno diamogli una forma concreta.
Per la pace in Irak e la fine di tutti i conflitti

30 giugno 2004
Gli artisti non sono in guerra!
Gli artisti e le artiste e le loro espressioni, i corpi e le azioni, la fantasia e la creatività sono linguaggi che costruiscono relazioni, confronti, ponti non meno reali perché non fatti di ferro e cemento.
Oggi l’impero del mercato globale grida parole di guerra in luogo di possibili relazioni tra gli uomini e le donne del pianeta e lancia azioni armate preventive che negano soluzioni pacifiche e promuovono la religione della morte, della distruzione, dell’annullamento, del silenzio.
Le artiste, gli artisti e le loro arti hanno paura del silenzio e per questo prendono voce per dire che le armi interrompono quelle relazioni che proprio loro si preoccupano di intrecciare: la guerra è negazione di quei corpi che sono origine di ogni ipotesi di confronto che preveda la vita.
SI INVITANO TUTTE LE ARTISTE E GLI ARTISTI AD ATTIVARSI CONTRO LA GUERRA IN IRAQ E CONTRO OGNI CONFLITTO.