www.agneseginocchio.it *(Agnese Ginocchio, International Songwriter for Peace. Woman  Testimonial For Peace..(Artist for Peace)***)  Movimento internazionale per la Pace. Impegno per la Pace, la Legalità e la Salvaguardia del creato e dell'ambiente. Movimento Ambasciatori per la Pace...

********************************************************************************************************************************************************

Manifestazione contro i Rifiuti e contro la discarica Pisani a Napoli in sostegno della popolazione di Pianura (9 Gennaio 2008)

"La lunga Marcia di Agnese per l'impegno sociale e civile, la difesa ambientale e l'impegno per la Pace... Diario di una giornata di  lotta per la difesa dei diritti umani, contro  tutti  i  'Mostri' ambientali....(leggi...)

Agnese Ginocchio con  il missionario comboniano p. Alex Zanotelli alla manifestazione contro i rifiuti Napoli in sostegno della popolazione di Pianura (9 Gennaio 2008).Vedi resto delle foto.Clicca su questa scritta per aprire la pagina:

 

"Partenza in auto ore 14.30 dall'Alto Casertano (Alife). Arrivo a Caserta intorno alle 15,30 di corsa a salutare degli amici che non vedevo da alcune settimane, e poi subito via, in direzione della stazione di Caserta. Durante il tragitto da S. Leucio fino al centro di Caserta lungo  la strada ho amaramente constatato l'aumento del degrado causato dalle grosse montagne (discariche a ciel aperto) di cumuli di rifiuti sparsi ovunque e lungo le strade, che rispetto all'ultima volta che avevo percorso lo stesso tratto di strada, erano diventati molto più ampi, sembravano come 'Mostri'... Ho provato indignazione, sgomento, tristezza infinita...Arrivata in stazione parcheggio l'auto e prendo il treno in direzione di Napoli. Salita sul treno mi sento riconoscere e chiamare da delle persone sedute di fronte nello stesso scompartimento del vagone del treno dove avevo preso posto. Era una docente di una delle scuole casertane (IPIA A Righi di S. Maria C.V.) che nell'ambito di manifestazioni sul tema della Pace mi avevano invitata come ospite. La docente con il suo consorte andavano a Napoli, abbiamo perciò percorso il viaggio insieme discorrendo sui vari problemi, in primis quello dei rifiuti e degli scempi perpetrati dai nostri politici, che attanagliano il nostro territorio. Arrivati alla stazione di  Napoli prendiamo lo stesso bus, più tardi io scendo alla fermata più vicina (nei pressi dell'università) a P.zza del Gesù, mentre loro continuano il viaggio verso il teatro S. Carlo (dov'erano diretti). Percorro a piedi un bel tratto di strada, finché arrivo in p.zza del Gesù e di lì noto subito una marea di persone con tanto di striscioni , manifesti con slogan e sacchetti d'immondizia simbolici, in fermento per la manifestazione prossima a iniziare. Ho avuto la sensazione come se mi stessero aspettando, infatti al mio arrivo partì immediatamente il corteo. Non ho visto nessuno del comitato emergenza rifiuti di Caserta ( me ne rammaricai per la solita - ahimè- disorganizzazione...) a eccezione di "Raffaele Lambo" del gruppo Amici Beppe Grillo di S. Nicola la Strada(Ce). Decido di andare in capo al corteo e posizionarmi al fianco del furgone guida, anche perché lì c'erano gli organizzatori che conoscevo. Avevo portato con me oltre lo striscione con su la scritta "Fermate il Mostro"( lo tenevo raccolto dentro un sacchetto, non lo potetti esibire per questioni logistiche, tuttavia era presente con me) ed il cd con la mia canzone ambientalista omonima (Fermate il Mostro). Un particolare "Grazie" a "Mario "di Area Antagonista, alla disponibilità dell'amico autista del furgone che guidava il corteo e agli altri amici del comitato promotore, anche questa volta potetti far ascoltare la canzone durante il tragitto e nel  animare lanciando i miei slogan di protesta durante la stessa.La canzone ha fatto da sfondo anche ai numerosi interventi di protesta contro la discarica di Pianura e i rifiuti in Campania, dei membri dei comitati ambientalisti presenti di Pianura, Acerra, Napoli, Gioia Tauro (Calabria), Pignataro Maggiore(Ce), etc...che si sono susseguiti lungo tutto il corteo della manifestazione che ribadisco al di là di ogni notizia trasmessa dai media, si é svolta in maniera pacifica, e anzi é stata molto sentita e partecipata, carica della sofferenza di un popolo e del sud troppe volte penalizzato a causa delle colpe scellerate dei politici corrotti  dal potere e condizionati dalla camorra. Durante il tragitto del corteo ho incontrato molti amici del Movimento, da Alex Zanotelli missionario comboniano (vedi foto sopra e intero reportage fotografico inerente a manifestazione Napoli- Pianura) e molti altri. Più avanti la tenace amica: "Consiglia Salvio", dei comitati ambientalisti contro i rifiuti, nonché referente del Comitato civico difesa Acqua di San Giorgio a Cremano(Na), presente al corteo con la fiaccola in mano. Consiglia Salvio é stata nominata dal Movimento Ambasciatori di Pace da me rappresentato:"Donna per la Pace e Testimone dei Diritti Umani(leggi:) "Arrivati in piazza Plebiscito, sostiamo un poco poi pian piano si snoda il corteo , molti decidono di andare subito a presidiare a Pianura. Mentre io per questioni di tempo, perché vincolata dagli orari del treno di ritorno, sono costretta ad andare via a prendere l'autobus di ritorno che mi porta alla stazione di Napoli. Dovetti percorrere un altro bel tratto di strada ( insomma una lunga marcia..) e arrivare fino a p.zza Medina a piedi nel caos interminabile della grande  metropoli di Napoli per riuscire a prendere un autobus, poiché a causa della manifestazione in oggetto le fermate vicine a P.zza Plebiscito erano state sospesi. L'Autobus arrivò con molto ritardo a causa della manifestazione. Durante il viaggio un signore napoletano che aveva preso con me lo stesso mezzo di trasporto mi vide preoccupata per l'orario, poi sentendo da dove arrivavo mi disse: "La sua vita é un'avventura..." ed io gli feci un grosso sorriso a conferma di quanto lui appena detto.. Arrivando alla stazione di Napoli, infatti, per qualche minuto di ritardo mi vidi perdere il treno che avevo programmato di prendere ( ore 21:01) davanti agli occhi...Ma niente paura e non mi arresi. Leggendo gli orari dal cartellone, notai che ve n'era un prossimo alle ore 21:18, una corsa nuova aggiunta, rispetto all'ultima volta che presi il treno a Napoli a quell'ora ( il prossimo dopo le ore 21ricordo che era intorno alle  22 circa..). "Meno male" esclamai fra me... Mentre ero lì da sola nella grande stazione di Napoli che cominciava a sfollarsi per l'orario di chiusura dei negozi, vedo  avvicinarsi un giovane napoletano un pò spaesato( ma mi dava l'impressione che avesse qualcosa di strano) che comincia a farmi delle domande sull'orario del treno per Caserta etc. Io lì per lì gli dò risposte brevi prima perché era uno sconosciuto e poi mi dava la sensazione (il mio intuito ...)che avesse qualcosa di strano, infatti non parlava troppo bene( non sapeva spiegarsi), forse aveva qualche disturbo psichico. Poi lui inizia a parlare e nonostante la difficoltà nel linguaggio, mi rendo conto che non era uno -scapestrato- ma forse un pò ritardato per problemi personali. Insomma alla fine dovetti mettermi a fare da guida  ad un giovane che si recava per la prima volta a Caserta da sua cugina e non avendo mai preso il treno, non sapeva che pesci prendere...Allora compresi anche il significato del treno che avevo appena perso che mi si allontanava davanti agli occhi( ogni impedimento serve per migliorare...). Mentre aspettavo i pochi minuti di attesa parlo con il giovane, gli faccio delle domande (cosa fai, quanti siete in famiglia, etc..) e lui mi racconta un pò di se, che si ritiene fortunato che non ha famiglia ancora. Io gli rispondo che oggi, contrariamente al passato e ai nostri genitori che (storto e dritto ci hanno cresciuti) l'hanno capito poco (o nulla) di cosa significa crescere ed educare i figli ai veri valori della vita ( il ragazzo mi fa un'esclamazione ironica come per dire: "Eh...é proprio così..") per mettere su famiglia bisogna essere veramente consapevoli, educarsi in prima persona nella difesa dei valori della vita e partecipare alla vita attiva nella società, per difendere il bene comune (gli dissi della manifestazione dalla quale stavo tornando...ma c'è la stragrande maggioranza dei napoletani che non lo sa o preferisce passarci sopra con indifferenza... ),  altrimenti i figli che nasceranno saranno dei potenziali terroristi e degli infelici....Dopo questo breve colloquio ci avviamo verso il treno prossimo a partire e di lì poi ci salutiamo ( lui mi dice che vuole andare a trovarsi un posto al vagone superiore perché lì non gli piaceva...infatti si era avvicinato un tipo che chiedeva sigarette e cercava monete per comprarle... forse quest'episodio lo aveva spaventato...maah..o forse perché voleva semplicemente evadere e non stare a sentire le mie lezioni sulla morale..). Arrivo finalmente a Caserta intorno alle 22:00. Raggiungo la mia auto che avevo parcheggiato nei dintorni della stazione. Decido lì per lì di fare un ultimo strappo alla regola prima di riprendere la strada di ritorno verso casa, di andare cioé a fare l'ultima visita ad un mio amico giornalista che abita sul Vialone Carlo III (zona limitrofa di S. Nicola La Strada)che non vedevo da settimane. Mentre mi immetto sulla strada in direzione di S. Nicola L.S. ancora altro degrado e rifiuti sparsi dappertutto...Non posso che non provare indignazione e tristezza, io che tornavo da una manifestazione contro i rifiuti. Arrivo sotto casa del mio autorevole amico e anche lì noto una montagna di rifiuti accumulati e del fumo che vi usciva. Qualcuno aveva tentato di appiccarvi del fuoco. Inutile esprimere la tristezza e nel contempo il senso di nausea che provai per il cattivo odore che emanava quel fumo carico di diossina mortale. Con la mano dovetti portare la sciarpa arcobaleno che avevo intorno al collo  alla bocca e al naso, per cercare di evitare di respirare quel fetido e maleodorante puzzo infernale proveniente da quel fumo di rifiuti bruciati. Salii a casa del mio amico giornalista per un breve saluto( visto anche l'orario). Gli raccontai un pò della giornata e poi subito riprendo la strada di ritorno in auto in direzione di casa mia. Ancora ( erano ormai le 22,40) lungo la strada( dietro la stazione) cumuli di montagne di rifiuti in fiamme. Di notte ci sono i piromani in agguato ad appiccare il fumo all'immondizia. Non  sanno costoro che si scavano la fossa con le proprie mani perchè respirano diossina mortale. Non é tempo di mettersi a fare i dispetti, i quali non sono utili a nessuno . BASTA! E' ora di finirla...con queste azioni irresponsabili. ed incivili!!! La strada al ritorno ( mi aspettavano altri 45 Km per giungere a casa) dopo S. Leucio in direzione dell' alto casertano a quell'ora non era molto trafficata. La visibilità é stata buona, non c'era nebbia, contrariamente alle volte precedenti( infatti chi conosce la zona sa quella é una zona solitaria, isolata e difficile proprio perché essendo priva di segnaletiche antinebbia, in alcuni tratti specialmente dove affluiscono le curve, rende veramente difficile la viabilità...). Dico per fortuna..o forse 'Grazie' a 'CHI( My Sweet Lord...)' mi aveva guidato e assistito per tutto il tragitto fino a lì... Ore 23,30/35 circa finalmente  ritorno a casa dopo il lungo viaggio da Alife a Caserta in auto(45 Km)e da Caserta a Napoli in treno(30 Km). Poi la lunga marcia a piedi nella metropoli napoletana (5/6 Km)per la manifestazione in oggetto. Poi il ritorno da Napoli a Caserta in treno(30 Km) e  da Caserta ad Alife in auto( 45 Km)...A casa c'era  'Qualcuno' che mi stava aspettando appena lo vedo gli dò un grosso' Abbraccio Arcobaleno'....E poi finalmente 'Buonanotte' o meglio tutti a dormire, perché ero veramente stanca...L'indomani mi aspettava un'altra giornata di impegno e movimento..."

"Un amico ambientalista mio conterraneo, avendo appreso della mia partecipazione alla manifestazione di Napoli, e conoscendo il tragitto che dobbiamo affrontare per arrivare fino a Napoli (contrariamente a chi invece vive nel centro di Caserta), rammaricato per non aver potuto partecipare ed accompagnarmi alla manifestazione a causa di indisponibilità fisica, durante la manifestazione mi invia un Sms con il quale mi informava che aveva visto la manifestazione di Napoli in Tv e padre Zanotelli.  Alla fine del Sms mi scrive: "GRAZIE per quello che fai..."!

"Io gli rispondo con queste parole: "...Ci voleva questo sacrificio (mia scelta consapevole) per la causa della Pace, di Napoli, Pianura, di Caserta, della Campania e di tutto il mio sud. Grazie per il tuo sostegno" !!!

"Shalom..Salaam..Peace..Pax..Paz..Pau..Frieden..Mir..Amani..Pace.."!

" C'è sempre 'Qualcuno'  che da vicino o da lontano  segue i nostri passi come Esempio...Quindi 'Coraggio' perché é possibile sognare e lottare per  'Un altro Mondo possibile'...Coraggio dunque... Il viaggio continua...* alla prossima" !   by: "Agnese  cantautrice e T. per la  Pace"

 

Note: La canzone di protesta contro ' i mostri' che fa da sfondo e accompagna le immagini in questa pagina  si intitola: "Fermate il Mostro" . Questa canzone sta facendo da slogan e accompagnando tutte le manifestazioni ambientaliste in Campania / d partendo da quelle di Caserta contro la megadiscarica Lo Uttaro (  eco-mostro ambientale) . Autrice( musica e parole) della canzone( provino registrato in maniera semplice dall'autrice)  la cantautrice pacifista e ambientalista Agnese Ginocchio, testimonial per la Pace (recentemente insignita del "Premio nazionale per la legalità Paolo Borsellino per l'impegno sociale e civile")

Ascolta :"Fermate il Mostro"( clicca su questa scritta per aprire ed ascoltare il file della canzone in formato Mp3. Poi aspetta alcuni secondi per il caricamento del file sul tuo pc( il tempo dipende dalla velocità di connessione del servere dal quale ci si collega)

-1 Vai a tutta la documentazione su Caso Emergenza Rifiuti Caserta( discarica Lo Uttaro) , Napoli, Benevento, Campania e Italia(clicca su questa scritta per aprire la pagina)

-2 Leggi articolo correlato tratto dal portale d'informazione della provincia: "Alto Casertano-Matesino & d"

-3 Emergenza rifiuti Campania. Agnese Ginocchio: “Dimettetevi tutti”. Solidarietà e Sostegno a Pianura. Vergogna a chi ha male gestito il nostro territorio”(Leggi:)

-4 -Vedi Reportage Fotografico ( e leggi comunicato stampa di Agnese in coda al reportage) inerente a manifestazione contro i rifiuti  a Napoli contro la discarica Pisani di Pianura(Napoli). Clicca su questa scritta per aprire la pagina

Note: Agnese Ginocchio é stata insignita dell'ultimo riconoscimento nazionale del: "Premio nazionale per la Legalità Paolo Borsellino, per l'impegno sociale e civile"(Leggi:)